Ai paesaggi defunti

Ai paesaggi defunti, 2023
tronchi d’ulivo, residui di carbone, cotone

Progetto realizzato durante la residenza Venature all’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte, alle spalle di Reggio Calabria. Dedicato alla mia terra natia, riflette sulla devastazione del paesaggio causata dagli incendi che hanno flagellato il territorio meridionale negli ultimi anni, sia per causa dolosa che per i cambiamenti climatici.

Nel cuore di un grande uliveto, devastato da uno di questi incendi, i resti carbonizzati dei tronchi sono stati avvolti con cura in sudari di cotone, evocando l’immagine delle sindoni che avvolsero il corpo di Cristo, e diventano simboli di dolore e distruzione, meditando sulla fragilità dei paesaggi naturali e l’urgenza di proteggerli.