Cartoline dall’Antropocene

Cartoline dall’Antropocene, 2022
video HD, 3′ 10”

Cartoline dall’Antropocene è un’opera video-performativa realizzata nell’Isola della Cona durante il progetto Searth – The European Video-Art Contest in the Adriatic Lagoon, a cura di Incipit Film e promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con l’Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, la Slovenian Association of Fine Arts SocietiesKünstlerhaus di Vienna.

Di fronte al complesso cantieristico di Fincantieri, una figura resta immobile stesa tra i giunchi di palude, tentando di riciclare il suo respiro dall’interno di una tuta di protezione batterica. La dimensione orizzontale inibisce la mente e depotenzia i riflessi: asettico e distante dalla natura a cui appartiene, subisce la condizione costrittiva dei tempi distopici che verranno, impedendo un contatto reale e sincero con il mondo esterno.

Cartoline dall’Antropocene si presenta come un’azione di protesta silenziosa, simboleggiando il tentativo dell’umanità di adattarsi e proteggersi dai cambiamenti ambientali e dalle minacce biologiche del nostro tempo attraverso il contrasto tra l’aspetto selvaggio e primordiale della natura e l’artificialità dei tempi moderni.

Proponendosi di stimolare una riflessione critica su questioni urgenti legate ai cambiamenti climatici, alla militarizzazione e alla sopravvivenza dell’umanità in un mondo sempre più complesso e minaccioso, la performance evidenzia la condizione costrittiva dei tempi che potremmo affrontare, sottolineando l’importanza di affrontare in modo proattivo le sfide ambientali e sociali del nostro tempo.