Confessioni, 2022
acrilico, filo spinato, legno
dimensioni variabili

Le Confessioni appartengono ad un ciclo di opere legato ai fenomeni globali del presente e sui modi attraverso cui questi si relazionano e condizionano l’individuo. Guerre e costrizioni trovano un riflesso nell’animo dell’uomo che soffre il trauma dell’impotenza nei confronti della realtà, ritrovandosi asservito da forze superiori. Le Confessioni vogliono essere squarci necessari che scoprono la dimensione intima e nascosta che caratterizza la condizione d’esistenza dell’uomo contemporaneo.